Reteiblea

Moratoria Crias… Siamo alle comiche

Moratoria Crias… Siamo alle comiche
Novembre 06
10:542012

santocono“La moratoria Crias è diventata una farsa tragicomica”. E’ quanto sostengono il presidente della Cna di Vittoria, Giuseppe Santocono, e il responsabile organizzativo, Giorgio Stracquadanio. “Il 12 marzo scorso (in considerazione dell’accordo tra ministero dell’Economia, ministero dello Sviluppo economico, Abi e associazioni di categoria del 28 febbraio 2012) – ricordano Santocono e Stracquadanio – la Giunta regionale siciliana deliberava la sospensione. Sempre nella deliberazione si scriveva che la Crias doveva presentare entro 15 giorni dalla comunicazione una dettagliata relazione all’assessore regionale per l’Economia ai fini delle determinazioni conseguenziali. Il tempo è trascorso, siamo a novembre, ma non si muove foglia.

Anzi tutto sembra immerso in un sonno profondo. Informandoci presso la Crias addirittura si scopre che, pur essendoci norma e stanziamento, l’ente non può deliberare la moratoria perché il commissario è decaduto e si aspetta la nomina del nuovo Cda. Assurdo ma vero”. “Va aggiunto – dicono ancora Santocono e Stracquadanio – che la moratoria scadrà il prossimo dicembre senza essere mai stata attivata. Quindi, riepilogando, la moratoria c’è, le somme ci sono, la scadenza è certa ma non si conoscono i tempi d’avvio. In parole povere: le imprese artigiane, essendo figlie di un dio minore, possono aspettare”. Il presidente e il responsabile organizzativo della Cna di Vittoria incalzano: “Per fare qualcosa bisogna forse aspettare che qualche imprenditore, per elemosinare attenzione, compia gesti estremi e irreparabili? A chi addebitare questa eventuale responsabilità? Ogni giorno, nostro malgrado, siamo costretti a misurare la solitudine di chi continua a credere nella propria attività operando nella legalità tra mille difficoltà. Tutto questo, però, non è apprezzato da una classe dirigente sino ad oggi brava solo a parole. Non possiamo più accettare questi atteggiamenti che hanno il sapore della presa in giro. Stiamo seriamente valutando l’attuazione di azioni pacifiche ma eclatanti”.

 

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles