Reteiblea

Emaia: Il vento deve cambiare

Emaia: Il vento deve cambiare
novembre 01
10:32 2012

emaia12La 46ª Campionaria Nazionale è conosciuta come la “Novembrina” della Fiera Emaia. Si tratta della rassegna fieristica che meglio rappresenta la vivacità e l’intraprendenza della città di Vittoria.  La fiera ospita, ogni anno, le  novità che arrivano dal mondo dell’auto, della nautica, della meccanica agricola, dell’enogastronomia, dell’arredamento, dell’abbigliamento, degli accessori, del tempo libero.  La Campionaria Nazionale costituisce, da sempre, l’evento di punta della Fiera Emaia. E, pur mantenendo vivo il legame con la storia del luogo e con le tradizioni territoriali, la fiera da tempo ha intrapreso un percorso di rinnovamento e di qualificazione interna, attestandosi come vero Polo Fieristico del Mediterraneo.

 Due gli appuntamenti collaudati, che richiamano visitatori non solo dalla Sicilia: la Fiera di San Martino, intreccio di folclore e divertimento; la tradizionale Fiera del Bestiame, che vede protagonista il cavallo e il suo mondo. E al mondo del cavallo è legato quello del carretto siciliano. Al quale la Fiera dedica il museo “Giovanni Virgadavola”.  La Campionaria Nazionale promuove, nell’ambito del contesto fieristico, un incontro-dibattito su “Accesso al credito, famiglia e imprese: quale futuro”; e due convegni: il primo su “Sport e Mangiare bene uguale Salute”; il secondo su “Risparmio energetico: aspetti tecnici e fiscali”.  Nella Sala Convegni della Fiera Emaia ieri pomeriggio si è tenuta la  conferenza stampa di presentazione della 46ª Campionaria Nazionale. Sono intervenuti: Giuseppe Nicosia, sindaco di Vittoria; Giovanni Denaro, presidente della Fiera Emaia; Enzo Simola, componente del Cda della Fiera Emaia; Angelo Fraschilla, direttore della Fiera Emaia.

Per Giuseppe Nicosia, “con la vittoria di Rosario Crocetta non poteva esserci momento migliore per dare il via alla campionaria di novembre. Anche perché, la Regione Siciliana, storicamente, è stata matrigna nei confronti di questa città e della Fiera Emaia. Va ricordato, infatti, che le fiere di Palermo e Messina, seppure defunte, sono state foraggiate dalla Regione Siciliana”.

Il sindaco è “convinto che, con la presidenza Crocetta il vento possa, finalmente, cambiare. Vittoria non chiede un occhio di riguardo. Chiede, semplicemente, che il trattamento, rispetto alle altre città siciliane sia equanime. Sono certo che Crocetta rappresenti un interlocutore istituzionale credibile”.

Secondo Giovanni Denaro, “la crisi economica sta provando duramente il tessuto produttivo della società siciliana. Anche la terra iblea e la città di Vittoria accusano la difficoltà di una svolta positiva. Eppure, da quell’osservatorio privilegiato che è la Fiera Emaia, che mi onoro di presiedere, avverto che il vento è cambiato. Nonostante la fase più acuta della crisi, infatti, le imprese tentano la ripresa partendo dal Polo Fieristico del Mediterraneo, che da 46 anni testimonia la storia imprenditoriale di un territorio. Lo si evince dalla massiccia presenza degli espositori a questa fiera. La Campionaria Nazionale, dunque, può vantare, orgogliosamente, il “tutto esaurito”. Questo dato deve indurre ad una seria valutazione non solo gli addetti ai lavori, ma l’intera classe dirigente siciliana. Il mio pensiero è chiaro, netto, inequivocabile. Lo sviluppo è possibile laddove la conoscenza venga coniugata con la professionalità e la dedizione”.

Per Angelo Fraschilla, “ogni spazio espositivo della 46ª Campionaria Nazionale è stato occupato dagli imprenditori. Questo risultato ci conforta, soprattutto, in prospettiva futura”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles