Reteiblea

RSU e Segretari Aziendali: lettera aperta a Scarso

RSU e Segretari Aziendali: lettera aperta a Scarso
Ottobre 26
16:422012

Stipendi-italianiGli RSU ed i Segretari Aziendali hanno inviato una lettera indirizzata al Commissario Scarso, in risposta al suo comunicato stampa del 25 ottobre. Di seguito il testo: “Con vivo piacere leggiamo il Suo tempestivo comunicato stampa in merito al|’assemblea generale del 25/10/2012 e con altrettanto vivo sollievo prendiamo atto delle Sue dichiarazioni circa la futura sorte degli stipendi di noi tutti dipendenti provinciali (lavoratori e non). Pertanto con la presente ci scusiamo se le nostre, a Suo dire, infondate preoccupazioni (non di certo ingenerate dalle organizzazioni sindacali provinciali della Funzione Pubblica) lo hanno sorpreso ed amareggiato, ma si sforzi di comprendere, quando il rischio è quello di non poter comprare il pane per i propri figli anche i dipendenti pubblici rischiano di perdere la tipica serenità d’animo che Ii contraddistingue. Tuttavia le Sue rassicurazìoni si scontrano con una contraddizione che merita di essere chiarita (magari, come Le è consueto fare, con un altro comunicato stampa) in quanto lo scorso O8/10/2012, in occasione de||’incontro da Lei richiesto con gli scriventì RSU, ci pare di ricordare che ha dichiarato e ripetuto più volte che poteva garantire gli stipendi fino al mese di Dicembre 2012, tredicesima compresa, mentre a partire dal mese di Gennaio p.v. non era neanche lontanamente possibile fare alcuna previsione; invece oggi apprendiamo che fin quando Lei ricoprirà ia carica di Commissario Straordinario gli stipendi dei dipendenti non sono 0 rischio. Quindi, o notizie certe (di sicuro non a tutti) la pongono dimissionario de||’incarico di Commissario già a partire dal primo Gennaio del 2013 oppure noi tutti abbiamo travìsato le sue parole forse perché oltremodo preoccupati per il nostro incerto futuro lavorativo. Se è vera la seconda opzione allora le rinnoviamo le nostre scuse e le auguriamo una lunga permanenza presso questo Ente. Ovviamente, con la stessa prontezza manifestata per delucidare le organizzazioni sindacali provinciali in occasione dell’invito del 30/10/2012, siamo sicuri che non perderà tempo alcuno per rispondere anche a questa nostra lettera e sciogliere definitivamente ogni dubbio”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles