Reteiblea

Digiacomo: Campagna elettorale nel vivo

Digiacomo: Campagna elettorale nel vivo
Ottobre 13
15:492012

folladigiacomoUn vero e proprio bagno di folla per Pippo Digiacomo nella serata di apertura ufficiale della campagna elettorale, ieri sera a Villa Orchidea. Provenienti da ogni parte della provincia, esponenti del Partito Democratico, sostenitori e semplici cittadini hanno salutato fragorosamente il deputato regionale che in un discorso di circa un’ora ha sviscerato i temi più caldi di questa campagna elettorale: dalla crisi alla disoccupazione, dalle difficoltà delle famiglie e delle imprese, ai miliardi di euro di fondi europei non spesi, alla necessità di una vera e propria rivoluzione nel governo della Regione. “E’ una campagna elettorale difficile – ha esordito Digiacomo – . Incontrando la gente in questi giorni mi è capitato diverse volte di sentir dire di non volere andare a votare. E d’altra parte è comprensibile. Quando ci si sente nauseati dallo spettacolo che la politica ha dato e sta dando tuttora, come non essere d’accordo. Ma l’appuntamento del 28 ottobre non è un referendum per cui se non si raggiunge il cinquanta per cento non è valido. Il 28 ottobre si deve fare una scelta sul futuro della Regione e l’unica garanzia si chiama Rosario Crocetta. Votare Crocetta è una buona idea per dire che qualcosa può cambiare”.

L’appassionato discorso dell’on. Digiacomo non poteva non cadere sull’aeroporto di Comiso. “L’unica opera infrastrutturale pronta nel Mezzogiorno d’Italia – ha ricordato – , l’unico aeroporto nuovo di zecca in Europa in grado di riversare attorno a se una ricchezza senza precedenti nel nostro territorio. L’esempio più lampante in Sicilia è Trapani Birgi dove c’era un aeroportino da 50 mila passeggeri e quattro albergacci. Oggi è circondato di alberghi a quattro e cinque stelle e la ricchezza trasuda in quella zona. Questa è la vera opportunità di sviluppo per la quale ci batteremo e la ragione per la quale chiedo il consenso, consapevole di essere orgoglioso di non aver mai fatto vergognare nessuno per ogni voto che mi è stato dato”.

                                                                         

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles