Reteiblea

Condannate per direttissima

Condannate per direttissima
Ottobre 08
12:06 2012

carbinieriAlle prime luci dell’alba di questa mattina i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile delle Compagnia di Vittoria nel corso dell’ordinario servizio di controllo del territorio traevano in arresto:

    • Campagnolo Erika, residente a Vittoria (rg) cl. 82, nubile, disoccupata, pregiudicata;
    • Cicero Clarissa, domiciliata a Comiso cl. 89, nubile, disoccupata, incensurata;
    • Latino Giuseppa, domiciliata a Vittoria (rg) cl. 90, coniugata, disoccupata, incensurata;

poiché venivano sorprese dai militari operanti all’interno di un’abitazione di Scoglitti, ove si erano introdotte previa forzatura del cancello in ferro e della porta d’ingresso, tentando di asportare il materiale ivi custodito. Successivamente, a seguito della perquisizione personale e veicolare dell’autovettura  Renault “Clio” di proprietà della Cicero con cui si erano portati sul posto, venivano rinvenuti all’interno del bagagliaio una tenaglia ed un giravite, usati poco prima per la commissione del reato, il tutto sottoposto a sequestro.  Per i fatti di cui sopra le tre donne venivano dichiarate in stato di arresto per il reato di tentato furto in concorso e condotte presso la caserma di via Garibaldi a Vittoria, da dove, al termine delle formalità di rito, veniva tradotte dinnanzi al Tribunale di Ragusa – Sezione distaccata di Vittoria per la celebrazione del rito direttissimo nel corso del quale il Giudice oltre a convalidare l’arresto, condannava le tre alla pena di 1 anno di reclusione con sospensione condizionale della pena, con onere per la Campagnolo di risarcimento del danno per un valore di 500 euro.


About Author

Redazione

Redazione

Related Articles