Reteiblea

Trasferimento uffici comunali a Modica. Obiettivo: efficienza e risparmio

Trasferimento uffici comunali a Modica. Obiettivo: efficienza e risparmio
Settembre 22
13:392012

Orami da settimane personale e mobilio si stanno trasferendo dalle sedi centrali del Comune al palazzo dell’Azasi, nuovo polo amministrativo .Il trasferimento di questi uffici comunali, al fine di razionalizzarne la funzionalità e l’efficienza, è stato oggetto di una conferenza stampa tenutasi stamani nei locali del Palazasi alla presenza del Sindaco, Antonello Buscema, degli assessori alle Opere Pubbliche, Giuseppe Sammito, della P.I., Tato Cavallino,dell’Ambiente, Giovanni Spadaro e dei Servizi Sociali, Giovanni Giurdanella.

Presenti il Preside della scuola “E.Ciaceri”, prof. Francesco Tasca, nonché i dirigenti dei settori interessati al trasferimento. La necessità di una allocazione di alcuni uffici va nella direzione di garantire un servizio migliore non solo ai dipendenti ma soprattutto agli utenti e alle imprese che vedono accorpate alcune funzioni e servizi che migliorano la qualità del lavoro anche e soprattutto in termini di tempo. E’ certamente il caso dell’Urbanistica e dell’ufficio dello sportello unico sistemati al secondo piano del Palazasi; uffici dotati, in tempi record, di nuovi impianti elettrici e di strumenti per la informatizzazione dei sistemi. Al Palazasi ha trovato allocazione anche l’ufficio Commercio che con l’urbanistica e lo sportello unico hanno interconnessioni molto strette. Gli altri trasferimenti riguardano gli uffici dei Servizi Sociali che sono stati sistemati al Palazzo Campailla, l’Ecologia al centro direzionale della Zona Artigianale e la Pubblica Istruzione al Palazzo della Cultura. “Con la nuova logistica, commenta l’assessore Giuseppe Sammito, si cambia il passo in termini di efficienza e funzionalità. Non appena sarà liberato il primo piano del Palazasi, nei tempi dovuti, vi trasferiremo gli uffici dei Lavori Pubblici. Anche vanno realizzati importanti lavori di adeguamento funzionale che abbiamo già programmato. Ci si muove nella logica dell’accorpamento dei servizi che integrano uffici che rendono servizi affini creando un polo logistico importante per i rapporti con l’utenza. Colgo l’occasione per ringraziare i dipendenti della SPM e quelle imprese che gratuitamente hanno voluto rendere più agevole il nostro lavoro.”Altra razionalizzazione nel settore della Pubblica Istruzione. L’assessore Tato Cavallino ha dichiarato: “ Stiamo continuando a lavorare, come nel caso della “E.Ciaceri”, a razionalizzare l’uso degli immobili con l’intenzione di raccogliere due obiettivi: offrire classi funzionali e salubri e tagliare i costi dei fitti. Nei locali ex Enipmi è stata trasferita parte del plesso della “E.Ciaceri” proveniente da Via Garibaldi. Quattro classi di infanzia, cinque delle elementari e tre delle scuole medie ospitati in locali sottoposti a manutenzione ed adeguati ad ospitare gli alunni. Il Preside Tasca si è dichiarato contento e soddisfatto della scelta fatta dall’amministrazione che si muove nella direzione dell’efficienza e della funzionalità a beneficio di un’utenza particolare. “Si colgono due aspetti di questa operazione trasferimenti che non rimarrà isolata, commenta il Sindaco Antonello Buscema, perché coglie, nei fatti, due obiettivi: una risposta adeguata alla funzionalità dei servizi potendo contare su ambienti salubri e adeguatamente attrezzati e dall’altra un taglio ai fitti che alleggeriscono il bilancio in modo consistente atteso che in queste operazioni abbiamo ridotto di 150 mila euro il costo dei fitti. E intendiamo continuare su questa strada.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles