Reteiblea

Crocetta-Dipasquale, è fatta. Calabrese: “Non ci fidiamo del tutto”.

Crocetta-Dipasquale, è fatta. Calabrese: “Non ci fidiamo del tutto”.
Settembre 04
18:262012

Dipasquale CrocettaNon potrebbe essere più ufficiale di così: si è svolta alla fine la conferenza stampa del candidato presidente della Regione Crocetta congiuntamente all’ex sindaco di Ragusa Nello Dipasquale per ufficializza la presenza di quest’ultimo nella lista alle regionali che porta il nome dell’ex primo cittadino di Gela.
Al centro dell’accordo programmatico il rilancio dell’agricoltura in Sicilia, una maggiore attenzione alla rete infrastrutturale dell’Isola e una migliore gestione delle risorse da trasferire agli enti locali.
C’è stato spazio anche per le polemiche sollevate dal Partito Democratico ragusano nei confronti di questo accordo, ma Crocetta ha dichiarato:


Il Pd di Ragusa non condivide la decisione dell’ex sindaco Nello Di Pasquale di sostenere la mia candidatura? Conosco molto bene il mio partito, non mi voleva come candidato e poi la direzione con 49 voti l’ha approvata. Oggi avremo una discussione con dirigenti del Pd di Ragusa e chiariremo”. In ogni caso, l’ex sindaco di Gela ha sottolineato: ”Nell’intesa fatta con il Pd e Udc, la lista Crocetta non dovrà contenere candidati interni, ma esterni e inoltre è importante scomporre il centrodestra facendo affidamento su chi ne ha riconosciuto gli errori”. Dipasquale, sull’argomento, da parte sua ha detto: “Mi sono autosospeso dal Pdl nel 2009, da un anno ho fondato un movimento che si chiama Territorio che alle amministrative ha partecipato contro il centrodestra ottendo, per esempio a Scicli dove sostenevamo il centrosinistra, circa il 10%. Non tutti possono condividere l’accordo con Crocetta, ma io non capisco il perché. Se siamo tutti con Crocetta, qual è il problema?”.
All’incontro cui accennava il candidato presidente con il Pd di Ragusa, però, lo stesso Crocetta non era presente. E’ stato il segretario regionale Lupo a rassicurare i ragusani su quei punti che avevano destato molta preoccupazione. La segreteria, quindi, con un comunicato stampa informa che: “Il Pd di Ragusa ha preso atto che risulta impossibile per il partito nazionale e regionale tornare indietro sulla scelta di includere Dipasquale nella lista di Crocetta. Il Pd di Ragusa, assieme al segretario provinciale, è riuscito, però, ad ottenere rassicurazioni sul fatto che l’ex pidiellino non potrà essere incluso tra i nominativi del listino del presidente. Inoltre il Pd è riuscito ad ottenere, senza possibilità di deroga, che nessun iscritto o ex iscritto del Pd possa essere incluso nella lista del presidente. I livelli nazionale e regionale del partito pretendono, inoltre, che le città di Ragusa e Vittoria esprimano candidature forti ed autorevoli nella lista del Partito Democratico. Tale impostazione, condivisa dal segretario provinciale, mette in dubbio fortemente la ricandidatura di uno dei due parlamentari uscenti. Rispetto a quanto deciso, è stato dato mandato al segretario provinciale di riunire la direzione per fare sintesi. Se da una parte tali rassicurazioni fornite dal livello regionale e nazionale confortano il Pd di Ragusa, dall’altro è stato chiesto con forza che il candidato Crocetta, non presente all’incontro, dichiari pubblicamente la sua contrarietà all’inclusione di Dipasquale nel listino. A seguito di tale dichiarazione del candidato presidente, il Pd di Ragusa, che in ogni caso metterà a disposizione un candidato autorevole come richiesto dai vertici del partito, sceglierà quale dovrà essere nello specifico la figura da inserire nella lista. Resta fermo il fatto che l’inclusione di Dipasquale nel listino del candidato presidente porterà al disimpegno del Pd di Ragusa nei confronti di Crocetta ma non verso la lista del Partito Democratico”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles